Il 2021 si chiude con un bilancio di opere realizzate molto positivo, sono stati immessi nell’economia locale oltre 40 milioni di euro; nel pluriennale ci sono circa 180 milioni di finanziamenti.

creato da Ufficio Stampa
Info
ultima modifica 29/12/2021 14:05

Valuta la qualità complessiva di questo articolo. Grazie

1.0

Questa mattina la conferenza stampa di fine anno con il Presidente e i consiglieri delegati uscenti. Domani l'insediamento del nuovo Consiglio.

Oltre 40 milioni di spesa per opere pubbliche (strade e scuole); nell’anno che si sta chiudendo la Provincia ha immesso sul territorio economie significative contribuendo a far ripartire il mondo produttivo e professionale dopo i due lockdown. La cifra è tanto più importante, segno di una vitalità operativa, anche alla luce dei lunghi periodi di smartworking che hanno rallentato i procedimenti tecnico/amministrativi. Nonostante questa circostanza straordinaria l’Ente ha sbloccato opere strategiche incagliate da anni in controversie, anche legali, con imprese e professionisti: per citare le più significative: il Ponte di Castelnuovo – è stata approvata la variante di progetto con uno stanziamento ulteriore di circa 400 mila euro – il Ponte ciclopedonale sul Vomano che sarà terminato a breve; il porto di Roseto anche questo in via di completamento.

 

Dal report sui lavori (per i dettagli vedi schede allegate) si evince una ripartizione equilibrata della spesa 2021, i costi sulle aree montane sono sempre maggiori a causa del maggiore ammaloramento causato dalle condizioni climatiche:  oltre 6 milioni e 900 mila euro nel comparto Vibrata-Tordino; oltre 9 milioni sul comparto Gran Sasso-Laga; oltre 15 milioni sulla Vallata del Fino e 5 milioni e 200 mila euro sulla direttrice Atri-Roseto.

Dal 2022, per la viabilità, parte una programmazione pluriennale – già approvata -  a valere su nuove opere strategiche: i 13 milioni di euro in tre annualità del Piano Ponti; prima tranche nel 2022, oltre 4 milioni di euro: i  9 milioni e 600 mila euro, Fondi della Coesione Territoriale, per il “riequilibrio della rete stradale aree interne”, la prima tranche da impegnare è di circa 2 milioni e duecentomila euro e le opere sono state concertate in Assemblea dei Sindaci; i 6 milioni e 900 mila euro di lavori all’interno del cratere sismico. Tutte opere già programmate. Con l’ultima variazione di bilancio sono stati anche stanziati i 330 mila euro per la riparazione dei tre Obellx – sistemi antivalanghe – danneggiati dalla slavina a inizio anno.

 

Ancor più significativo il pacchetto di finanziamenti intercettato sulle diverse misure straordinarie per le scuole: ci sono oltre 130 milioni di euro di nuovi finanziamenti per le scuole (dalla cabina di coordinamento sisma 2016) lavori che riguarderanno  strutture in tutti gli 8 poli scolastici (vedi schede scuola).  Da segnalare i 16 interventi manutentivi per oltre 4 milioni di euro (già affidata la progettazione); l’assegnazione del bandi di progettazione del Liceo Artistico di Teramo;  dell’ala ancora inagibile per sisma al Pascal di Teramo, della Casa del Mutilato; del Comi2. Ma la programmazione, già licenziata, è molto più vasta, riguarda tutti i Poli scolastici della provincia:  significativo il finanziamento di oltre 10 milioni per il “Grue” di Castelli che attendeva da anni un completo restyling. Anche in questo caso bisognerà trovare una collocazione alternativa agli studenti durante l’intervento.

Questa robusta iniezione di fondi sull’edilizia scolastica “pretende” la programmazione delle azioni in un vero e proprio Piano: la Provincia, a Teramo, sta individuando un edificio “tampone” da far utilizzare a turno durante gli interventi che in alcuni casi (come per il Liceo Artistico, il Comi2  e l’Ipsia di Teramo) prevedono la demolizione della struttura.  Bisognerà avviare un tavolo di lavoro con le Scuole ed i Dirigenti scolastici di tutto l’ambito provinciale che riguardi non solo il piano di dimensionamento, ma anche le strutture e la ricollocazione degli istituti sulla base delle tendenze delle iscrizioni: per rendere efficiente e razionale l’utilizzo del patrimonio pubblico, nel rispetto della riduzione del consumo di suolo e del recupero del patrimonio esistente.

 

Fra strade, scuole e opere infrastrutturali la Provincia, complessivamente, ha 180 milioni da spendere.

 

 

Le dichiarazioni dei consiglieri uscenti con delega:

Lanfranco Cardinale consigliere delegato uscente viabilità e politiche comunitarie: “Risultati importanti, stiamo disegnando le azioni e i progetti dei prossimi anni. Ci troviamo in una fase nella quale le amministrazioni pubbliche devono agire con velocità, ce lo chiedono le nuove procedure, i bandi del PNRR. Questa amministrazione si trova a gestire uno snodo fra il prima e il dopo: abbiamo dovuto recuperare alcune opere strategiche chi si erano incagliate in lunghi contenziosi tecnico amministrativi, spendere il programmato e affrontare contemporaneamente la sfida della programmazione futura, ma molto vicina, dei finanziamenti straordinari del PNRR. In tutta onestà credo che abbiamo fatto un nuovo lavoro”.

Gennarino Di Lorenzo: “Abbiamo recuperato il gap che si era creato con gli stralci Anas, fondi sisma 2016, siamo arrivati fino al quinto e siamo in attesa della validazione dell’Anas per la programmazione del sesto e del settimo. Il lavoro svolto della struttura commissariale sisma ci consente di intervenire su progetti strategici, ho visto che si interviene anche sulla statale 81: una strada fondamentale considerato lo storico collegamento fra Teramo e Ascoli.  Certamente dobbiamo correre per assunzioni e concorsi, l’Ente è stata depauperata di personale e per camminare le opere abbiamo bisogno consolidare la struttura interna”.

Luca Frangioni, consigliere uscente edilizia scolastica: “ Sono stati due anni molto complicati anche a causa dell’emergenza pandemica e ci sono state situazioni molto critiche da affrontare per far fronte alle decine di interventi in tutti i poli scolastici per garantire sicurezza e distanziamento. Nonostante questo, che certamente ha influito sul lavoro ordinario, oggi disponiamo di investimenti che a medio e lungo termine garantiranno strutture più sicure e accoglienti: oltre i fondi sisma praticamente in tutti i Poli Scolastici sono previsti interventi molto significativi”.

Alla conferenza stampa ha partecipato anche una commossa Beta Costantini, consigliera uscente e non rieletta con delega alle pari opportunità, sociale e antiviolenza che è stata ringraziata dal Presidente per il: "grande lavoro svolto testimoniato dalle tante iniziative intraprese...diciamolo la delega alle pari opportunità forse non viene percepita per l'importanza che ha e su questo la politica deve fare una enorme riflessione".

 

Pari Opportunità, sociale e antiviolenza. Il progetto “ProvinceGiovani” ha formato gli  “Ambasciatori della sostenibilità”con un percorso promosso dall’UPI che ha visto la partecipazione di numerose Associazioni ambientaliste, del Comune di Colledara e dei settori Urbanistica e Comunicazione. Particolarmente significativa l’indagine “Donne e Covid” condotta in collaborazione con l’Università per conoscere i profondi cambiamenti indotti dall’emergenza pandemica e individuare possibili azioni. Promossa una mozione sulla presenza di genere negli enti e nelle società consorziate, insieme a numerose iniziative per  indurre la modifica dello Statuto dell’Area Marina Protetta che non prevedeva la presenza di una donna. Molto lavoro è stato fatto per il contrasto alla violenza di genere con il coinvolgimento di tutte le CPO, provinciali e comunali; sono stati concessi dei locali alla cooperativa L'Elefante per avviare un progetto psicoterapico  degli “uomini maltrattanti”. Molto partecipato il corso “365 GIORNI DONNA “ che ha avuto carattere itinerante e coinvolto il capoluogo e tre Comuni. E’ di qualche settimana fa l’approvazione da parte della Fondazione Tercas  del progetto “Punto e a capo” che sarà sviluppato nel 2022.

Le iniziative della Commissione Pari Opportunità. Fra le numerose iniziative intraprese citiamo:  l’illuminazione del Duomo di Teramo per la Giornata dei diritti della Donna; l’intervento formativo sulla piattaforma nazionale per le scuole nell’ambito del “Premio Borsellino”; l’inaugurazione panchina rossa all’Istituto Villa Vomano Teramo;  10mila vele contro la violenza sulle donne” e “Remiamo insieme contro la violenza sulle donne”.  “Contro pregiudizi e violenza” Campagna di comunicazione sociale realizzata con gli scatti degli studenti delle scuole superiori in occasione del 25 novembre, Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne.

 

PNRR e progetti finanziati

Grazie al lavoro svolto dall’ente che sin dallo scorso anno ha investito sulla programmazione PNRR, sono state presentate a finanziamento 5 schede progetto, a valere su diverse misure, ottenendo fino ad ora il finanziamento della progettazione della Pedemontana a nord (2 milioni di euro da bandire) e l’inserimento dell’opera nella programmazione infrastrutturale del Regione Abruzzo; il finanziamento della progettazione della Strada Panoramica di montagna (415 mila euro già a bando); e dello svincolo autostradale di Montorio (4 milioni e 500 mila euro). E’ di pochi giorni fa, inoltre, la notizia dell’avvenuto finanziamento del progetto presentato dall’Ente per il miglioramento della sicurezza e lo sviluppo sostenibile del sistema turistico locale nella stazione sciistica di Prati di Tivo a valere sul Fondo Complementare Sisma 2016. Il progetto sarà presentato ufficialmente a gennaio. Infine, è stato presentato a finanziamento alla Regione il contratto di fiume per il Tordino e stiamo lavorando ad una scheda progetto “Sistema Turistico Borghi/Piste ciclabili”. Con l’assestamento di bilancio la Provincia ha previsto un Fondo di 40 mila euro finalizzato alle attività di europrogettazione.

Va sottolineato che l’Ente  svolge il ruolo di coordinamento tecnico – servizio Urbanistica e politiche comunitarie - nel progetto europeo “e-Costa” con tutti i Comuni costieri; sempre con l’ATS “Città della costa” sono iniziate ad ottobre le attività di “A-GreeNet” (partnership composta dal Lead Partner Regione Abruzzo e da Comune di Ancona, Comune di San Benedetto del Tronto, Comune di Pescara, Legambiente nazionale, Università degli Studi di Camerino e Res Agraria).

Fra le attività svolte sul territorio una citazione particolare merita la concessione delle aree verdi ai privati in cambio delle manutenzioni: un’attività che ha incontrato l’interesse delle aziende. Ultima in ordine di tempo l’adozione della rotonda di Controguerra a cura della Ars Tech con l’installazione di uno dei prototipi dell’auto elettrica più veloce al mondo.

 

Personale. Ora, rappresenta una vera”emergenza” a fronte del lavoro da svolgere. Lo sblocco dei concorsi e le risorse professionali che dovranno arrivare con i progetti PNRR sono uno snodo fondamentale per passare dai finanziamenti alla realizzazione delle opere. Quest’anno, intanto, l’ente ha assunto un nuovo dirigente tecnico e si appresta ad assumerne un altro in maniera che viabilità e edilizia scolastica tornino ad essere settori autonomi fra loro. Sono stati stabilizzati (normativa Sisma) quattro collaboratori, tutti laureati e con un’esperienza professionale molto significativa e assunti due collaboratori (cat C) a tempo determinato. L’obiettivo che si pone l’Ente a breve è l’ingresso di altro personale entro il primo semestre. Il settore personale ha bandito concorsi per quattro funzionari (cat D) e attingerà allo scorrimento di graduatorie per 3 funzionari area tecnica.

 

Finanza pubblica e organizzazione. Nonostante il blocco della riscossione di crediti e ingiunzioni (un congelamento previsto fra le misure anti Covid) l’Ente ha potuto accedere a 2 milioni di mutui segno di ottima salute finanziaria. Obiettivo: approvare il bilancio preventivo nelle prime settimane del 2022 in maniera da essere operativi sugli impegni di spesa. Vanno citati i servizi digitali varati nel 2021, con Pago PA e il punto SPID Point per accedere all’identità digitale.

Polizia Provinciale

Nonostante le esigue risorse professionali (5 agenti e il Comandante) sono stati assicurati 380 i servizi di controllo

  • servizi di polizia stradale nr. 210, con accertamento complessivo di nr. 302 violazioni al Codice della Strada con prevalenza di omessa revisione (155), mancata copertura assicurativa (48) ed eccesso di velocità (10);
  • servizi di polizia ambientale nr. 60, con accertamento di nr. 31 violazioni di carattere amministrativo;
  • servizi di polizia ittico/venatoria nr. 110, di cui 15 relativi al contenimento dei cinghiali, con numero 12 violazioni accertate;
  • servizi di polizia di sicurezza nr. 98, relativi al contenimento della pandemia COVID, ed a eventi pubblici (manifestazioni, concerti ecc.), a presidi di sicurezza (Tribunale, elezioni ecc.);
  • servizi di polizia giudiziaria d'iniziativa e delegati dall'A.G. nr. 18;
  • servizi di rilievo sinistri stradali nr. 9;
  • servizi di rappresentanza e gonfalone nr. 21;
  • segnalazioni ricevute dai cittadini nr. 198;
  • persone controllate, complessivamente, durante tutte le attività di polizia nr. 1280;
  • veicoli complessivamente controllati tra autovetture, autocarri e motocicli nr. 3850.

 

 

NB

Report “Viabilità e opere pubbliche”.  Alla voce “Spesa” è ricompreso tutto quanto è stato effettivamente speso quest’anno con opere avviate, realizzate, impegnate e in corso di affidamento; alla voce “progettazione” troviamo opere che sono in procinto di andare in gara e che quindi saranno realizzate nel 2022; alla voce programmazione ci sono le opere che hanno uno sviluppo pluriennale.

 

Scarica il report sull'edilizia scolastica

Scarica il report sui lavori pubblici